Come tutto è iniziato - EverDose

Come tutto è iniziato

seo inizioSeo Adventure.. come tutto è iniziato.

Una truffa, una minaccia, uno sberleffo e tanti idioti.. come mi hanno costretto a fare soldi a palate.

Oggi vedevo passare su Fessbuk uno di quei tanti post consigliati: ‘L’importanza di avere una landing page. Compra bla bla..’, e mi ricordo i miei primi approcci 2-3 anni fa quando avevo un sito da rendere possente e mi rivolgevo ai cosiddetti ‘seo specialist’ o alle agenzie Seo che popolano internet. E ricordo sto tizio che mi spara supercazzole su supercazzole sull’importanza della landing page, e io dicevo ‘cazzo, la landing page, devo avere la landing page’, eheh..

All’epoca non sapevo che i cosiddetti Seo sono come i maghi: millantano conoscenze che non hanno facendoti credere di poter risolvere un tuo problema a suon di dollaroni, per poi non avere nessuna colpa se il ‘rituale’ non funziona. Beh:

Una truffa: all’epoca la morosa aveva appena pagato 2500 euro per un sito che si sarebbe dovuto posizionare in prima pagina. ‘Garantito al limone, ahah! Siamo i migliori in questo campo.. la nostra rete, bal bla.. l’importanza di un sito statico bla bla.. Risultato, il sito non ha mai passato la settima pagina per la parola chiave principale, e poi è stato penalizzato. L’agenzia si è dissolta nel vento.

Una minaccia: dovete sapere che in questo settore vale sempre la massima di Ghandi (?? era lui?): ‘Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono, poi vinci’. Io non lo sapevo, ma all’epoca c’era sto competitor che ci inviava mail anonime minacciose. Quello che non sapeva lui è che se vuoi veramente perdere con me non devi fare altro che sfidarmi, e la prendo sempre sul personale, per cui sono arrivato a minacciarlo pesantemente a mia volta promettendogli che mi sarei fatto una collana coi suoi denti, finchè ha preso paura ed è sparito.

Uno sberleffo: in un forum di settore un giorno uno mi ha deriso (..poi ti deridono..) dicendo che non mi conosceva.. ‘Chi?’. Chi da quel giorno si è messo a studiare e lo ha asfaltato in tutte le key. La famosa leggenda del Chi Guevara.

Tanti idioti: tanti, tanti idioti.. studiando, provando, smontando e riprovando, ti accorgi che in Italia siamo ancora al paleolitico su ste cose, e i millantatori ci marciano, proprio come i maghi. Il sistema è lo stesso: creano gruppi sui social, forum di settore, dove i fautori del recipiente bullano se stessi, senza mai entrare nel merito, ma sempre per brandizzare il proprio nome, per circuire il malcapitato che poi acquisterà un corso o darà loro un sacco di soldi per un sito di merda.

Ecco, queste sono le ragioni per cui oggi mi trovo a fare quello che faccio. Cosa faccio? Faccio siti miei e guadagno così. Le bullate dei perdenti le lascio ai perdenti. Unica cosa che mi dispiace è che in Italia l’utente medio ci casca sempre e comunque. Se tu non ti proponi in quel modo gli amici o i conoscenti non ti daranno mai credito e poi li vedi che si svenano per pagare quella gente da cui non impareranno niente di niente.

Per cui avete capito.. con questo blog non mi metterò a competere con quella gente, non ne ho bisogno (ma ogni tanto farò delle incursioni, giusto per rompere le palle, eheh). Essendo questo il mio lavoro è chiaro però che ne parlerò visto che fa parte di metà dei miei pensieri. Ma questo blog non servirà per tirare su adepti o clienti. Vorrò insegnare la Seo da un punto di vista filosofico. Tutte le puttanate sulla Seo, ho notato, si suddividono in due categorie:

  • Quelli che parlano e parlano e non ti insegnano niente
  • Quelli che si fissano su tecnicismi iperparticolari e cinici

Ma il buon senso dov’è? Partiremo dalle basi del buon senso, considerando un sito come un corpo umano e capendo che un corpo umano non è solo cuore o solo cervello, ma che anche i peli del culo hanno una loro funzione. Cacchio, forse sembra che parlo con arroganza? No no, tranqui, lascio libero il campo ai veri ‘grandi’. Io so solo che guadagno 4 volte loro, e se ti proponi come uno in grado di farti guadagnare su internet, beh, allora come parametro vale qualcosa. Chiedete a questa gente quanto guadagna e quali sono i loro grandi portali, visto che si propongono come i migliori. Non credo vi risponderanno.

Tags:

Fammi sapere la tua opinione

Leave a reply

io

Ciao, iscriviti alla NewsLetter!

Abbiamo diverse sezioni nel blog, e senza spammare offriremo solo contenuti utili e di sicuro interesse agli iscritti.

Ti sei iscritto con successo!