Primi su Google? A volte è dannoso - EverDose

Primi su Google? A volte è dannoso

primi su googlePrimi su Google? A volte è meglio di no.

Beati gli ultimi, se i primi si devono sorbire il peso dei contatti inutili.

Primi su Google. E’ il sogno di tutti i seo mondiali, da quando ti si accende quella lampadina di poter guadagnare col posizionamento dei siti al guardare le serp ogni giorno, dove come macchinine ad una fiera, vedi le tue che recuperano posizioni, che le perdono, che sfalcano due pagine in un botto solo. Ah, godimento.. emozioni simili solo al forex.

Ma internet è complesso, più complesso di questa banalità da trovata pubblicitaria. ‘Primi su Google!’, ‘Primi sui motori di ricerca!’, è un po come quando da giovani si faceva la gara a chi aveva il cazzo più lungo, e infatti oggi i seo, che sono peggio delle battone in Italia, si sfidano tronfi a colpi di prime pagine, a colpi di traffico, a colpi di contatti.

Tutto il discorso ‘lead generation’, ‘io faccio 300 mila al mese di traffico, quindi tu non sei nessuno’ e ‘il futuro sta nelle start-up’ è una puttanata per gonzi. Solo che la massa, in Italia, se ne accorgerà tra due anni. La realtà a volte è diversa, inaspettata.

E oggi vi voglio parlare appunto di quando un sogno si trasforma in un incubo. Dovete sapere che ci sono serp, quelleprimi su google dove si fanno i veri soldi (e infatti sono quelle che bazzico io, eheh, e che non svelerò mai, neanche sotto tortura), e vuol dire niente banner, niente adsense, niente affiliazioni, che sono molto liquide. Serp difficili (dove girano soldi la gente è feroce), dove i colpi bassi sono all’ordine del giorno, dove il trollaggio nei forum o la negative seo sono di casa, ma che permettono ai competitor di cominciare a guadagnare persino in sesta pagina per le keywords più importanti.

Quando cominciai questa grande avventura sognavo di essere ‘primo su Google’, come rivalsa e perchè, dai, sembra proprio una classifica finale dei migliori. Primo su Google è il top, tanto che ci sono migliaia di servizi, persone, aziende che si pubblicizzano con questo semplice motto: ‘Primi su Google’.

Per quanto riguarda me, dopo che mi sono fatto le ossa su quelle serp, dopo che le ho scalate e riscalate e che adesso maneggio a menadito (a livello che ora mi è troppo facile piazzare competitor finti, o blindare il settore con directory e forum per dirigere meglio l’utenza), beh, devo dire che non è sempre sempre la miglior cosa essere primi su Google.

Per un semplice motivo: nelle serp dove c’è un servizio all’utente (quindi molto differenti dai megacalderoni, tipo annunci, dove vincono solo i 3 più forti, più brandizzati, più secolarizzati) l’utenza, per l’appunto, infida, contatta i primi 30-40, si fa fare preventivi, analisi o quant’altro, E POI, si tiene quelli che ritiene i migliori 5, E POI sceglie uno di essi.

primi su googleNe deriva che i primi 3 su Google (e in misura minore sugli altri motori di ricerca) si beccano tutto il traffico dei fake, degli indeicisi, dei cacciatori di gratis, dei colleghi invidiosi, e così via. Sembra un successone, ma I CONTATTI BUONI sono gli stessi del competitor che c’è in terza pagina su Google. Ma mentre quello si gestisce e smaltisce l’utenza con una certa non-chalance (sognando di essere primo su Google) i primi 3 si trovano oberati di contatti, la maggioranza di merda, e dovendo dedicare del tempo a tutti peggiorano in modo sensibile la propria performance e non riuscendo più a garantire un livello medio abbastanza alto.

Senza contare altri ma non meno fastidiosi effetti secondari dell’essere primi su Google.. Siccome sei il più fico di tutti capita che:

  • alcuni utenti oramai credono che i primi su Google siano quelli che pagano e li scartano a priori
  • i competitor sono verdi di invidia e nei forum di settore ti smerdano anonimamente che è un piacere
  • chiunque vuole scoprire il segreto del tuo successo e ti contatta con profili fake
  • i clienti che vengono convinti da te ad acquistare il tuo servizio tendono a chiedere di te in giro e chiunque li mette in guardia inventando un sacco di fandonie
  • se la finanza deve beccare qualcuno (per chi è interessato all’argomento) becca te per primo

Vi basta? Questo capita, amici miei, a voler vincere, a voler fare i primi della classe. Ripeto, non per tutte le serp.. se un settore è massivo devi cercare di comparire sopra la scritta ‘Google’ e non ci sono cazzi, ma pensate a tante altre primi su googlerealtà, piccole, medie, micron (tra l’altro, e ne parleremo, l’equazione traffico = soldi è la più grande cazzata che vi stanno propinando in questi tempi di ‘lead generation’. ci sono settori da 10 mila euro al mese con soli 1000 utenti mensili), che vivono dinamiche diverse e particolari. Io vi auguro di trovarle, perchè tanto i soldi non si fanno con le affiliazioni o con le newsletter (almeno, in Italia, ancora), e spero che al più presto anche voi vi troviate nella situazione di tirarvi via un buon link apposta per retrocedere alla quinta o sesta posizione, eheh..

Primi su Google? Non sempre è il coronamento di un sogno. A volte è l’inizio di un incubo. Pensateci quando uno fa il figo con voi, vi parla di traffico, di newsletter, di pagine facebook da 50 mila fan.. la domanda che dovete fargli è solo una: si, ma quanto guadagni? Perchè avere un milione di persone che visitano il tuo sito ogni mese e guadagnare 500 euro è come uscire ogni giorno con 10 bellissime ragazze, ma nessuna di queste te la da. La quintessenza della sfiga, insomma. 🙂

3 Comments
  1. Reply
    Luca maggio 20, 2016 at 3:43 pm

    Gli ultimi che cadono sui piatti di pasta è il TOP!

  2. Reply
    EverDose maggio 20, 2016 at 4:21 pm

    vero? purtroppo non è mia! genio chi l’ha inventata! 🙂

  3. Reply
    Guido ottobre 17, 2016 at 4:16 pm

    Ho capito abbastanza a cosa ti riferisci, anche se da poco in questo ambiente, decine di scassa maroni che chiamano in cerca di preventivi gratis ahah tanto poi dicono al cuggino di fare il lavoro. Vorrei capire però come faccio a scegliere le key giuste, cioè come fai a capire quali parole chiave ti portano gente interessata e quali no? Thanks

Leave a reply

io

Ciao, iscriviti alla NewsLetter!

Abbiamo diverse sezioni nel blog, e senza spammare offriremo solo contenuti utili e di sicuro interesse agli iscritti.

Ti sei iscritto con successo!