Depistatori seriali, ladri di tempo e soldi - EverDose

Depistatori seriali, ladri di tempo e soldi

depistatori seriali 2Li trovi dappertutto, strisciano nella rete con un obiettivo: confonderti e indirizzarti lontano dal vero.

Depistatori seriali, i nuovi predatori del consenso, sfruttando il bug dell’ingenuità dell’utente medio.

Come sempre scrivo questi articoli soprattutto per l’utente medio che intende capirci qualcosa di più e perchè no, ha deciso di studiare per avviare prima o poi il suo businness online. Questo target è in costante aumento negli ultimi anni, ma è il più bistrattato perchè molte realtà (aziende, agenzie, professionisti, seo) hanno l’assoluta convenienza che la maggiorparte degli utenti continui a non capire niente di internet, per rimanere un semplice consumatore di servizi web.

Queste realtà sono i depistatori seriali che infestano internet fino al più piccolo pertugio, ed è bene che il lettore si metta in testa che questi non sono i deliri di un complottista o i lamenti di un pessimista, ma è la pura e semplice realtà. Internet sta prendendo il sopravvento sul mondo fisico per le opportunità di fare soldi, anche molti soldi, e ormai OGNI SETTORE è controllato da professionisti, o depistatori seriali, che convogliano consenso o soldi verso le loro attività. Come ho già detto, quindi, niente è gratis in internet.

Se pensate che i depistatori seriali non vi tocchino, tanto voi vi guardate sempre le vostre 4 cosette e non tirate mai fuori la postepay, sappiate che essi, prima o poi, soprattutto prima, vi faranno perdere tempo e/o soldi. Tempo nella ricerca, nelle scelte, nelle convinzioni, e soldi che butterete seguendo consigli di depistatori seriali in ogni dove: prodotti dimagranti, pannolini per bambini, abbonamenti televisivi, e per quel che ci riguarda, informazioni per fare SEO.

Non che siano tutti dei geni del male, i depistatori seriali, ma complice l’assenza fisica di internet e la normale depistatori serialiingenuità degli utenti medi, alcuni di loro possono crearsi delle identità e delle authority basate sul nulla. No, qui non sto parlando dei troll, soprattutto quelli politici, ne di quelli che si autolinkano per prendersi a sbafo qualche visita e qualche link.. i depistatori seriali di questo articolo sono una massa di persone o gruppi che ‘millantano’ doti di se stessi o di prodotti (dai quali si prendono una stecca) che non possiedono, sfruttando la creduloneria e la buona fede dell’utente medio.

Quindi i depistatori seriali sono quelli che:

  • infestano i forum spargendo a raffica commenti che mettono in buona luce un tale prodotto e/o persona e/o azienda e/o gruppo, sbeffeggiando, naturalmente, tutti gli altri. Se andate su un forum grosso, come ‘Al Femminile’ QUALSIASI argomento e discussione è infestato di commentatori anonimi che cercano di deviare il traffico della massa di pecoroni verso una strada piuttosto che un’altra. COME RICONOSCERLI? Beh, partendo dal presupposto che nessuno vive per tessere le lodi di un altro senza avere un ritorno, e men che meno si scanna con altri commentatori per questo, fate 2+2. Altro metodo è chiedere il numero di telefono per avere un confronto a voce, e non in privato. Vedrete che qualsiasi depistatore seriale si vaporizzerà in un baleno.
  • aprono e promuovono gruppi sui social network. Questa struttura di depistatori seriali è del tipo piramidale. Questi individui aprono gruppi che attirano ignari utenti che credono così di avere risposte alle numerose domande che servono loro per capire che prodotto o servizio acquistare (per esempio un corso SEO o un professionista che fa siti internet e li posiziona), o di che persona fidarsi. Nella calca di utenti spiccano 6-7 personalità di rilievo (i promotori) che costruiscono la loro fama SUL NIENTE. L’ignaro utente annulla l’analisi critica per il fatto che ci sono migliaia di utenti (non saranno mica tutti cretini? si), e la struttura dei dibattiti è sempre la stessa: si osanna la bravura di uno dei promotori, a turno, ed è vietato dubitare di ciò, altrimenti sei bannato. Se qualsiasi persona tenta di intromettersi o di crescere a sua volta viene sistematicamente subissato di insulti e deriso. Ok, ma l’utente medio perchè non si chiede una semplice cosa tipo: ‘va bene, questi tipi sono fantastici, ma è possibile vedere 1 SOLO DEI LORO LAVORI PER FARMI UN’IDEA’???? Qui manca completamente l’arma del delitto. Questi depistatori seriali si sono creati un’authority semplicemente con la presenza (o infestazione) e continuando a ripetere una bugia cento, mille volte. E diventa realtà (come per Goebbels o per il più mediocre Salvini). COME RICONOSCERLI? Chiedete le prove di quel che dicono. Sarete bannati o derisi. Quindi potete andarvene.
  • aprono un blog, di solito di SEO e web marketing, e spacciano delle affiliazioni per consigli e dritte da amico. Questi sono quelli che ti creano più danni. quando ho cominciato a studiare SEO io ho quasi subito capito che il blogger in Italia è una ridicola imitazione dei grandi blogger in lingua anglofona. Un seo deve sapere un po di tutto, per cui le informazioni che deve cercare sono una marea. Per ogni informazione ci sono 7 articoli di 7 diversi tizi che si professano Seo guru: 4 copiano e traducono semplicemente gli articoli di un altro in inglese, 2 ti impestano il blog di banner e affiliazioni malvagie, cioè a prodotti di merda spacciati per fighissimi (è una gran cosa consigliare le cose giuste, ma sei una merda se consigli una cosa di merda solo per prenderti dei soldini) e 1 solo è quello giusto. Ad esempio un’intera generazione di giovani SEO è stata convinta così ad acquistare un .IT e ad hostarlo su Aruba, che è uno scempio, anzi, una doppietta di scempi, per qualsiasi SEO serio. Questa gente, i depistatori seriali, vi farà perdere tempo (perderete tempo a cercare di rendere performante un sito che non può essere performante), soldi e ritarderanno la vostra conoscenza (perchè tenderete a dare per scontato che quella è la scelta migliore). COME RICONOSCERLI? Eh, qua dovete studiare, o chiedere a uno di cui vi fidate.
  • si spacciano per professionisti e non lo sono. Pensateci: in internet, non essendoci la fisicità, chiunque potrebbe facilmente dirvi di essere un grandissimo professionista in un qualsiasi campo ed avere vita facile a convincervi ad acquistare i suoi prodotti. COME RICONOSCERLI? No, è il contrario di quel che pensate. Se fate ricerche su questa gente troverete le informazioni e i riscontri, solo che le hanno scritte loro. Io potrei piazzare un sito primo con la keyword ‘miglior astronauta italiano’, con il mio nome e cognome, E NON ESSERLO. L’utente medio deve capire che i siti che compaiono primi su Google non sono necessariamente i migliori. E quindi? Per esperienza so che i migliori non usano sti trucchetti, e ‘chi non sa insegna’, come dicevano i nonni. Per cui le serp che riguardano la seo sono letteralmente infestate dai mediocri, che si scannano ogni giorno per depistare la gente e deviarla verso di loro. Come riconoscere i depistatori seriali, allora? Date credito a chi non vi vende niente. Chi non ha bisogno di guadagnarsi la pagnotta coi bannerini e le affiliazioni di certo non sta a perdere tempo ed energie per scalare serp agguerrite e vi da informazioni vere. Ad esempio, uno che considero tra i migliori seo in Italia è questo Danilo, persona schiva, che ha abbandonato il proprio blog per scazzo, che non si inoltra mai in discussioni da vecchie battone incattivite, e ne sa molto più di tanti altri.

depistatori serialiPer concludere, quindi, il mio consiglio è di tener sempre presente che internet è più falso di una moneta da 3 euro, perchè per ora non ha regole, c’è troppo anonimato, e semplicemente perchè nei risultati di ricerca non compaiono i prodotti migliori, ma i siti con una equipe seo disposta a tutto. Per cui siate sempre critici verso qualsiasi realtà in cui vi imbattete, e non credete a nessuno, fino a prova contraria si tratta di depistatori seriali. Oppure credete a me. Perchè? Perchè io non ci devo guadagnare niente da sti articoli che scrivo, guadagno sempre nel web e quindi ne conosco le regole, e da sempre regalo tutto e di tutto. E se non ne approfittate un depistatore seriale vi rapirà. Alla prossima. 😀

4 Comments
  1. Reply
    Luca settembre 5, 2015 at 4:28 pm

    Io ho appena speso 19$ per un plugin che non va! Porco ò@#]+è!! Credo che vada in conflitto con il tema… Bell’articolo comunque :-).

    • Reply
      EverDose settembre 5, 2015 at 5:00 pm

      Eh, vez, sai quante volte.. comunque di solito quei plugin a pagamento hanno un loro sito dove qualcuno dovrebbe rispondere alle domande dei clienti, sui bug, ecc.. prova a tirargli un god dog in inglese e vedi cosa ti dicono..

  2. Reply
    Giovanni settembre 5, 2015 at 4:41 pm

    Grande! L’ho letto tutto d’un fiato, però non devi dire di chiedere a te se poi ti chiedo di farmi il sito e non me lo fai! Ciao! (ah, sono Giovanni Roma!)

    • Reply
      EverDose settembre 5, 2015 at 5:03 pm

      Beh, però posso consigliarti chi te lo fa, chi te lo posiziona, chi è bravo a fare i baottini.. o sennò aspetti un paio d’annetti che riesco a tirare su i miei ragazzi che li metto di corvè a fare siti per la mia agenzia (magari, ma la vedo lunga.. non ti basta una vita per tirar su gente valida).. 😀

Leave a reply

io

Ciao, iscriviti alla NewsLetter!

Abbiamo diverse sezioni nel blog, e senza spammare offriremo solo contenuti utili e di sicuro interesse agli iscritti.

Ti sei iscritto con successo!